Com’è andato questo 2016 e i buoni propositi per il 2017: un blog in costante crescita 

La mia avventura è iniziata ad Aprile 2016, un anno che spero di poter ricordare tutta la vita come l’anno in cui finalmente ho deciso di aprire, per bene e professionalmente, un blog. Perchè? Aprire un blog e gestirlo richiede costanza, pazienza, ricerca, molta volontà ed anche creatività: per molti essere blogger sembra una banalità, una sciocchezza invece c’è un mondo dietro ai blogger e non è cosa facile.

Da quando ho scoperto MySpace e Facebook nel lontano 2007, ho cercato di aprire un blog almeno una ventina di volte. Dov’era lo sbaglio? Prendere sotto gamba il fatto di avere un blog: scrivere, condividere, ricercare, scoprire per poi condividere con te e i miei follower non è un gioco, ma un lavoro ricco di passione e di volontà. Oggi è pieno di blogger ma io voglio distinguermi dalla massa come ho sempre cercato di fare nella mia vita.

Da Aprile 2016 ad oggi

Ad Aprile sono stata ospite di una deliziosa fattoria ad Opi, in provincia dell’Aquila dove ho trovato dei gentilissimi proprietari e dei dolcissimi maialini, cavallini, oche, papere in un luogo meraviglioso di pace in mezzo alle montagne abruzzesi.

Ho avuto modo di intervistare alcuni travel blogger, come Federica Piersimoni e THEGIRA; ho intervistato Alessandro Persiani testimone diretto del post-terremoto a Norcia; ho scoperto luoghi molto interessanti come il Parco Nazionale d’Abruzzo e la libreria sull’acqua a Venezia.

Ho conosciuto e collaborato con persone molto gentili per il Parco Le Navi di Cattolica e per Musement, l’app salta fila. Per quanto riguarda il food ho intervistato un sito di vendita on line per prodotti tipici pugliesi; ho mangiato e recensito ristoranti con cucina americana, sushi, pesce fresco sui trabocchi di Fossacesia.

Propositi per il 2017

Nel 2017 vorrei visitare Roma per bene, e conoscere tutto della capitale: dalle stradine più strane alla sua storia e i suoi segreti. Mi piacerebbe recensire molti ristoranti magari stellati, Micheline. Non sempre il parere degli esperti è quello che conta maggiormente: anche il popolo ha la sua valenza :). Sicuramente vorrei conoscere meglio la mia terra, l’Abruzzo, soprattutto la zona costiera e i borghi e perchè no partecipare a un blog tour. Mi piacerebbe ultimare il mio libro, ma non posso anticipare niente: à una sorpresa 🙂 Infine, ma non per ultimo, vorrei lanciare il mio canale Youtube che fino ad ora ho tralasciato per mancanza di tempo.

Comments

comments