Passeggia per Roma ed incontrerai tantissimi Nasoni. Cosa sono?! Le fontanelle che regalano acqua fresca potabile ai romani ed ai turisti che si trovano di passaggio.

640px-Nasona_a_via_annia_faustina_1

Di User:Lalupa 

Fu il sindaco Luigi Panciani nel 1874 ad istituirle. Sono alte 120 cm, prima disegnate con tre bocche a forma di drago, e trasformate dopo con una sola bocca lunga chiamate volgarmente dai romani, appunto, “nasoni“. Oggi come oggi, a Piazza della Rotonda c’è nasone a due bocche mentre a Via delle Cannelle vi è nasone a tre bocche. Questi sono le uniche due fontanelle antiche rimaste a Roma: la particolarità di questi nasoni è che se blocchi un’uscita puoi far uscire l’acqua dall’alto in modo tale che non devi chinarti per forza per bere l’acqua.

A Roma ci sono all’incirca 2.500 nasoni; la questione molto discussa è lo spreco di queste fontanelle lasciate aperte e che il Comune di Roma cerca di contrastare. A disposizione dei cittadini e dei turisti vi è un opuscolo in italiano ed inglese a disposizione per conoscere la storia, la posizione dei nasoni.